Samsung Galaxy Note 7
Samsung Galaxy Note 7, le vendite del terminale sono state posticipate a causa di difetti alla batteria

La situazione attuale di Samsung Galaxy Note 7 è molto complicata. I casi relativi alle batterie difettose che hanno portato inizialmente al blocco delle spedizioni di nuovi dispositivi e successivamente al blocco completo delle vendite, è sfuggita al controllo di Samsung.

Per venire incontro alle esigenze dei consumatori che hanno dato fiducia al produttore Coreano e ovviamente sono spaventati da questa situazione, Samsung ha deciso di avviare un programma molto particolare. L’iniziativa il cui nome ufficiale è “US Product Exchange Program” permetterà a tutti i possessori di un Galaxy Note 7 di scegliere tra due opzioni per sostituire il proprio dispositivo danneggiato o a rischio.

La prima possibilità sarà quella di scambiare il proprio Galaxy Note 7 con un nuovo dispositivo. I consumatori che sceglieranno questa opzione riceveranno il nuovo dispositivo direttamente nelle loro mani entro una settimana dalla comunicazione alla società. La seconda opzione prevede uno scambio tra il Galaxy Note 7 e tutti gli accessori dedicati e un nuovo Galaxy S7 o Galaxy S7 Edge, dispositivi che condividono parte dell’hardware del Note 7, più un rimborso della differenza di prezzo.

Ovviamente si tratta di una decisione da parte di Samsung per cercare di calmare il polverone sollevato da questa vicenda. Per ora questa iniziativa è dedicata solo al mercato Americano, ma sicuramente verrà estesa anche alle altre zone interessate dai dispositivi che presentano le batterie difettate.