whatsapp

Periodo di cambiamenti per WhatsApp, probabilmente l’aria natalizia porta nuove idee all’app di Meta. Dopo l’arrivo della modalità PiP per iOS nella versione beta del servizio di messaggistica, ecco l’introduzione di una nuova funzionalità chiamata dagli sviluppatori “Cancellazione accidentale”. A cosa serve? È utilissima per chi elimina per sbaglio i messaggi dalle proprie chat. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

 

 

WhatsApp, come ripristinare un messaggio dopo averlo cancellato

Come detto in precedenza anche da TechCrunch, questa funzione è pensata principalmente per quei momenti dove si elimina troppo velocemente un messaggio e si procede ancora prima di valutare bene le possibili conseguenze di un’azione del genere. Oppure, per quei momenti in cui si aveva l’intenzione di cancellare un messaggio per tutti e non solamente per sé stessi. In definitiva: questa è una funzione molto utile per ogni tipologia di ripensamento.

Come funziona? È davvero molto semplice: nel momento in cui si cancella un messaggio, ora appare un messaggio pop-up che avverte l’utente dell’eliminazione del testo e permette di ripristinarlo semplicemente con la pressione del pulsante dedicato. Così facendo si andranno a superare definitivamente tutte quelle situazioni di chat di gruppo dove si crea un forte imbarazzo o se si ha l’intenzione di recuperare qualche messaggio specifico.

L’app di Meta ci ha tenuto a specificare che questa nuova funzionalità sarà disponibile per tutti gli utenti su Android e iPhone a partire da questo momento, in seguito al test effettuato nella versione beta dell’anno scorso. Quindi, per poterne usufruire, basterà procedere con l’aggiornamento dell’app, che dovrebbe essere rilasciata gradualmente in tutto il mondo.

Articolo precedenteDigitale Terrestre, è addio al MPEG-2 dal 21 dicembre, ecco cos’è
Articolo successivoEnel Energia: avviso in arrivo per tutti, ecco cosa fare per non pagare
Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.