App pericolose: se tieni ai tuoi soldi allora non fidarti del Play Store!Il Play Store di Google è sicuro, è importante sottolinearlo e rimarcarlo, ogni giorno vengono riconosciute e respinte tantissime applicazioni che potrebbero essere tutt’altro che benevole per lo smartphone su cui vengono installate, sebbene comunque in rarissime occasioni possano sfuggire all’occhio della sicurezza, raggiungendo alcuni dispositivi.

Le app pericolose tornano a far capolino nella nostra rubrica, con nuovi aggiornamenti per tutti gli utenti che vorrebbero installare app di terze parti, ad esempio APK scaricati dal web. Il rischio è di installare SharkBot, un trojan bancario che potrebbe essere in grado di intercettare i messaggi dell’autenticazione a due fattori, andando difatti a rubare le vostre credenziali di accesso. Il virus, inoltre, acquisirebbe i cookies, riuscendo così a scoprire i dati mentre tentate l’accesso al conto.

Non perdetevi le offerte Amazon ed i tantissimi codici sconto gratis, li avrete in esclusiva assoluta sul nostro canale Telegram.

 

App pericolose: ecco le due da evitare

Le due applicazioni di cui vi parliamo oggi non sono disponibili sul Play Store, ma potrebbero essere presenti ancora in rete sottoforma di APK, nello specifico sono Mister Phone CleanerKylhavy Mobile Security, entrambe con la promessa di funzionalità molto interessanti.

Nel primo caso dovrebbe aiutare a rimuovere i file inutilizzati dalla memoria dello smartphone, rendendo sicuramente più rapido e reattivo, il secondo software dovrebbe essere una sorta di antivirus. Se le avete installate sul vostro smartphone, rimuovetele all’istante, e sperate, in caso contrario raccomandiamo caldamente di non installarle per nessun motivo sul dispositivo mobile, se le trovate in rete segnalatele allo store di competenza.

Articolo precedentePostepay, utenti impazziti con la nuova truffa che ruba 1000€ a tutti
Articolo successivoVaccini e Covid-19, nuove incredibili pubblicazioni sulla sicurezza dei vaccini
Denis Dosi
Laureato in ingegneria informatica nel lontano 2013, da sempre appassionato di scrittura e tecnologia sono riuscito a convogliare in un'unica professione le mie due più grandi passioni grazie a TecnoAndroid.