Gli smartphone sono ormai diventati una nostra estensione, ci aiutano a guardare tutto sotto una prospettiva diversa attraverso le loro lenti. Vivo presenta le sue nuove tecniche di imaging per chipset più personalizzati e professionali che mai.

Vivo ormai da anni lavora sulle tecnologie di imaging per renderle sempre più potenti, migliorando potenza di calcolo, algoritmi e aspetti tecnici dell’ottica. Allo stesso tempo, sta lavorando alle criticità di questa tecnologia, come i colori negli scenari notturni, durante i contesti sportivi, per video e ritratti. Per questo l’azienda annuncia Vivo Video Imaging Technology Matrix, una matrice che adatta le potenzialità dei dispositivi alle esigenze degli utenti.

La nuova tecnologia introdotta da Vivo si basa in particolare su tre aspetti e su due pilastri strategici: creare un vantaggio a livello competitivo con altre aziende e dar vita ad una singolarità tecnologica. I tre componenti alla base della matrice sono: Optical Sensing System, Colour Restoration Engine e Accelerated computing Engine. Tutte mirano ad un’elaborazione precisa e professionale delle immagini, sia statiche che in movimento.

Inoltre, l’apposita tecnologia per la percezione ambientale di Vivo consente di percepire l’ambiente circostante notando dettagli altrimenti ignorati da occhi meno esperti. Con il supporto della tecnologia VCS Bionic Spectrum, invece, si ha un controllo migliorato del rumore e della resa cromatica. Rispettivamente il primo è più efficiente del suo predecessore del 20% e la resa cromatica del 15%.

Nuove tecnologie, tecniche per l’imaging e chipset altamente personalizzabili: tutte le novità di Vivo

Vivo non si è lasciata sfuggire nessuna occasione. Migliorate anche le tecnologie specificamente pensate per ritratti e scene scarsamente illuminate, con Hyper-Sense Portrait System e Vast-Sky Night System. Entrambi migliorano l’espressività della foto scattata, fornendo un set di soluzioni e alternative tra cui scegliere in base alle proprie preferenze. In particolare, Vast-Sky Night, grazie al supporto dell’Intelligenza Artificiale riesce ad ottimizzare la sensibilità fotografica del 100%.  Ad esempio, scattare una foto ad un cielo stellato sarà più semplice e immediato, senza alcuna necessità di stabilizzatori.

L’azienda introduce anche un chipset personalizzato oltre a tutte le nuove tecnologie integrate. Questo nuovo chipset ha delle prestazioni elevate, anche due volte più efficienti dei sistemi precedenti. L’efficienza energetica migliorerà fino al 200% mentre sarà ridotta la latenza di inferenza fino al 96%.

Infine, per quanto riguarda i video, Vivo ha migliorato e semplificato la modalità LOG e il processo di miscelazione dei colori in fase di post-produzione. Un grande contributo è dato anche da ZEISS. La collaborazione tra le due aziende porterà ad una serie di migliorie interessanti per il mondo del mobile imaging.

Articolo precedenteGoogle Stadia, i rimborsi stanno arrivando a tutti gli utenti
Articolo successivoMotorola Edge 30 Fusion arriva in versione Viva Magenta
Avatar
Procrastinatrice cronica e allo stesso tempo perfezionista. Nel 2017 ho iniziato a lavorare per Tecnoandroid, riscoprendo e consolidando la passione per la tecnologia.