Ricaricare lo smartphone di notte può causare dei problemi alla salute dell’uomo, non si tratta di una fake news, ma della dura verità a cui tutti noi potremmo effettivamente andare in contro, nell’eventualità in cui non si prendessero le giuste precauzioni del caso.

Il problema in sé non è tanto l’azione di ricaricare lo smartphone mentre si sta dormendo, quanto dove viene posizionato. Il motivo è semplice, molti utenti è stato verificato avere l’abitudine di mantenerlo connesso alla presa a muro semplicemente posizionandolo sotto il cuscino. Dovete sapere, infatti, che il momento della ricarica è critico per la batteria, la quale si scalda molto più del solito, ed allo stesso tempo necessita della giusta aerazione.

Se così non fosse, come ad esempio posizionando lo smartphone sotto il cuscino, il rischio è di assistere ad un surriscaldamento, con la fusione della batteria, o addirittura un principio d’incendio. Ricevete gratis sul vostro smartphone i codici sconto Amazon, e scoprite le nuove offerte, grazie a questo canale Telegram.

 

Smartphone: non ricaricatelo di notte

La soluzione non potrebbe essere più semplice, se volete ricaricare lo smartphone nel corso delle ore notturne, non dovete fare altro che posizionarlo in un’area sufficientemente aerata, ad esempio sul comodino, in modo tale che possa raffreddarsi correttamente in fase di utilizzo.

Il consiglio è di ricaricarlo da spento, sopratutto se sul comodino, in modo da ridurre al minimo l’afflusso di radiazioni elettromagnetiche verso la nostra persona; potrebbe cambiare ben poco, ma la prudenza non è mai troppa. Non trovate?

Articolo precedentePlaystation Plus: previsioni per il Plus di settembre e giochi gratuiti di agosto 2022
Articolo successivoWhatsApp: privacy a rischio con questa nuova truffa in giro
Denis Dosi
Laureato in ingegneria informatica nel lontano 2013, da sempre appassionato di scrittura e tecnologia sono riuscito a convogliare in un'unica professione le mie due più grandi passioni grazie a TecnoAndroid.