Ecco perchè prendiamo la scossa una volta usciti dall’auto in inverno

Hai mai preso la scossa una volta sceso dall’auto? Indossando un pesante cappotto di lana, può capitare di uscire dalla macchina, toccare la maniglia di metallo della portiera e prendere la scossa. Ma perchè succede?

D’inverno, i sedili in pelle, i cappotti di lana e le portiere delle auto possono causare scariche elettrostatiche che possono arrivare fino a 300 volt o più. A quel livello, la scossa è abbastanza forte; di notte dovresti essere in grado di vedere la scintilla blu che salta dalla tua mano al metallo. Anche una piccola scossa di 100 volt è sufficiente per farti sussultare.

Potresti chiederti perché succede. Il motivo riguarda i potenziali differenziali dei materiali nella tua auto. La lana è un generatore di elettricità statica naturale come la pelle. Mentre scivoli sul sedile in pelle della tua auto per uscire e proseguire per la tua strada, il tuo cappotto, sfregando sul rivestimento, accumula una carica elettrica. Il corpo della tua auto invece ha una carica negativa.

Ecco cosa accade

Poiché le scariche statiche di solito si verificano da positive a negative, la carica che si è accumulata su di te e sui tuoi vestiti vuole naturalmente cercare un percorso a terra, utilizza il primo contatto che trova con il corpo della tua auto, di solito la mano.

Ci sono tre fattori esterni che rendono l’inverno il momento migliore dell’anno per ricevere una scossa:

  • Temperature fredde
  • Rugiada
  • Aria super secca

L’aria invernale è naturalmente piuttosto secca perché le basse temperature allontanano l’umidità dall’aria. Quando l’aria diventa più fredda, più umidità viene espulsa, si abbassa sostanzialmente il punto di rugiada. L’aria, a sua volta, diventa ancora più secca. Questo è un ottimo ambiente per l’elettricità statica poiché l’aria fredda e secca con bassi punti di rugiada incoraggia l’accumulo di elettricità statica.

FONTEyourmechanic
Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it