Il costo del carburante, al netto del taglio temporaneo delle accise, risulta ancora attestarsi a prezzi piuttosto elevati e fuori dalla portata di molti cittadini. Le tasche languono in questo periodo post-pandemico. Che sia la volta buona per una svolta green e maggiori investimenti nelle infrastrutture del trasporto pubblico?

Intanto abbandonare l’auto non è cosa semplice, soprattutto per chi è vincolato a orari lavorativi poco compatibili con i mezzi, o semplicemente ha bisogno di maggiore flessibilità durante le proprie giornate o le vacanze.

Per questo motivo proponiamo 5 semplici trucchi per risparmiare benzina, diesel o gpl – quale che sia la vostra fonte di alimentazione – davvero semplici da attuare, con un minimo di accortezza.

Benzina e diesel, 5 semplici trucchi per risparmiare più di quanto immaginiate sul carburante

  1. Rallentate. Potrà sembrare banale, ma è sorprendente considerare quanto si può risparmiare semplicemente diminuendo la velocità, soprattutto quando si sta viaggiando ad alta velocità sulle lunghe distanze.
    Quando la velocità supera una certa soglia, all’incirca 80 km/h, l’auto consuma più benzina per fronteggiare il progressivo aumento della resistenza dell’aria al suo passaggio. Più si va veloce, più questa resistenza aumenta. Vi stupirà il risparmio che andrete a constatare raggiungendo la meta con soli 20 minuti in più.
    Il quotidiano inglese The Guardian ha calcolato che un viaggio di circa 72 km (considerando ad esempio il percorso Manchester-Leeds) costa 10,50 euro se fatto a 80 km/h, 15,50 se fatto a 110 km/h.
    Per molti veicoli il range per la miglior resa e il maggior risparmio si attesta fra gli 80 e i 90 km/h.
  2. Svuotate il bagagliaio e togliete il portapacchi. Più è piena la vostra auto, maggiore sarà il suo peso e quindi il consumo di benzina nel tragitto. In aggiunta, rendono l’auto meno aerodinamica, incrementando la superficie a cui l’aria può opporre resistenza.
  3. Imparate a gestire il freno. Continue accelerazioni e frenate consumano più carburante di una guida più continua e meno intermittente. Accelerare lentamente evitando inutili frenate può contribuire a consumare meno benzina, soprattutto nei contesti urbani dove la velocità è più bassa.
  4. Controllate la pressione degli pneumatici. Basta una minima riduzione nella pressione interna delle gomme a far consumare circa il 6% in più di carburante.
  5. Viaggiate con la marcia più alta possibile, pur senza affaticare il motore: in questo modo non andrà su di giri e lavorerà meno, consumando meno carburante.

Trucco bonus

6. Evitate di usare l’auto per i piccoli tragitti. Oltre agli innumerevoli benefici di fare un minimo di attività fisica e staccare dagli affanni quotidiani, porterà giovamento anche al tuo portafogli.

VIALiberamente tratto da The Guardian
Monica Palmisano
Di giorno studentessa di medicina appassionata di musica, volontariato e cucina. Di notte appassionata redattrice di tecnologia.