Postepay e banche, nuove truffe online e risparmi rubati ai poveri clienti

Tutti gli italiani che hanno un conto online o uno degli strumenti di pagamento virtuale devono tenere ben alta la guardia per eventuali truffe presenti in rete. I malintenzionati sono infatti più determinati che mai con le loro truffe. Nelle ultime settimane, spiacevoli novità ci sono state per i correntisti di varie banche e per i possessori di una Postepay. 

 

Postepay e banche, la truffa che mette in pericolo i risparmi

Tanti cybercriminali infatti stanno mettendo in atto i loro tentativi di phishing. Fingendosi dei finti operatori commerciali ed assistenti di banche o Postepay, i malintenzionati si presentano agli utenti con comunicazioni via SMS o via mail in cui si parla di chiusura unilaterale del profilo o in alternativa di un accredito da accettare sul conto di migliaia di euro.

Queste comunicazioni dei finti operatori Postepay si rivelano ovviamente false. L’obiettivo degli hacker che si nascondono dietro tali messaggi è indirizzare i clienti a cliccare su un link in allegato a mail ed SMS. Questo link è utile per rubare dati personali sensibili. In caso di furto delle proprio informazioni sensibili, i clienti di Postepay potrebbero essere esposti a danni di non poco conto come il furto d’identità online.

In altre circostanze, proprio in virtù del phishing, i malintenzionati potrebbero attivare una serie di servizi a pagamento sui profili tariffari TIM, Vodafone e WindTre delle vittime.

L’evenienza peggiore nonché quella più grave resta però il furto delle credenziali di home banking. Per mezzo di queste informazioni, infatti, i malintenzionati potrebbero rubare soldi direttamente sui conti Postepay.