instagram-grossi-problemi-russia-app-viene-bannata-insieme-facebookinstagram-grossi-problemi-russia-app-viene-bannata-insieme-facebook

Era solo questione di tempo: dopo aver limitato l’accesso a Facebook all’interno dei suoi confini, la Russia ha ora dichiarato che un’altra piattaforma di proprietà di Meta, Instagram, sarà bloccata nella nazione a partire dalla prossima settimana.

L’ordine è stato annunciato dall’agenzia di comunicazione russa Roskomnadzor quando Meta ha dichiarato che avrebbe consentito specifici inviti alla violenza contro le forze d’invasione russe su Instagram e Facebook, cosa che ha irritato il Cremlino.

Instagram e Facebook sono state dichiarate ‘estremiste’

Le autorità russe hanno ora designato Meta come organizzazione ‘estremista’ e sono stati avviati procedimenti legali contro di essa. Il blocco entrerà in vigore lunedì 14 marzo. Meta, dal canto suo, ha evidenziato che l’allentamento delle norme contro i ricorsi alla violenza si limita al contesto dell’invasione russa dell’Ucraina. Si applicano solo in Ucraina e alle truppe armate russe, non ai cittadini russi.

‘Le nostre politiche sono incentrate sulla difesa dei diritti delle persone alla libertà di espressione come espressione di autodifesa in risposta a un’invasione militare della loro nazione’, ha affermato Nick Clegg di Facebook in una nota. È per ‘i normali ucraini che esprimono la loro opposizione e indignazione’ per l’invasione, secondo la dichiarazione.

Mentre la lotta infuriava sui social media, la Russia ha lavorato duramente per fermare la marea del sentimento anti-russo, diffondendo anche le proprie falsità. Twitter sembra essere non ufficialmente vietato o fortemente limitato, mentre TikTok mostra solo contenuti dalla Russia all’interno della Russia.

I siti dei media statali russi, d’altra parte, sono stati esclusi dagli app store di Google e Apple. Gli account filo-russi sui social media hanno recentemente suggerito che le rappresentazioni del dolore e del disastro in Ucraina sono false.

Con il resto del mondo che esprime indignazione e stupore per la condotta della Russia, il Paese sta diventando sempre più isolato. Mentre la lotta continua, molte aziende tecnologiche, tra cui Amazon e Microsoft, hanno smesso di fare affari in Russia.

Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.