prodotti-ritirati-ossido-di-etilene-peperoncino

Ogni giorno vengono ritirati dai vari supermercati e negozi diversi prodotti. Questo è dovuto principalmente alla presenza di sostanze che potrebbero avere degli effetti indesiderati e anche piuttosto gravi se ingerite. Uno degli ultimi prodotti ritirati in questi giorni, in particolare, aveva al suo interno tracce di ossido di etilene.

 

 

Il Ministero della Salute ha ritirato un nuovo prodotto per possibili tracce di ossido di etilene

Sono diverse le sostanze nocive che possono accidentalmente essere contenute all’interno di prodotti alimentari. Tra queste, possono esserci allergeni come il glutine ma non solo. Come già accennato, infatti, uno degli ultimi prodotti ritirati dal mercato conteneva una sostanza nota come ossido di etilene.

Questa sostanza non è di per sé un rischio per la nostra salute. Tuttavia, nel prodotto incriminato, la sua quantità risultava troppo elevata e non conforme. Superava quindi il limite massimo solitamente previsto.

Il prodotto incriminato e quindi ritirato dal mercato è un peperoncino macinato. Quest’ultimo è commercializzato da Compagnia Italiana Shapur Snc ed è confezionato nello stabilimento in via Rossaro 2 a Treviglio (provincia di Bergamo). I lotti richiamati sono due. Il primo è S21005-20/N e ha come data di scadenza febbraio 2023. Il secondo è S21005-41/N e ha come data di scadenza marzo 2023.

Nel caso in cui aveste comprato uno di questi lotti, il consiglio è di non consumarli per nessun motivo, anzi, è necessario riportarli presso il punto vendita dal quale sono stati acquistati. Vi ricordiamo che in questo ultimo periodo sono stati ritirati anche altri prodotti, tra cui pacchi di pasta e riso.

Anna Lisa Ferilli
Grande appassionata di smartphone e tecnologia, attualmente sono editor presso www.tecnoandroid.it. Sono inoltre iscritta presso Università del Salento per conseguire la laurea magistrale in Lingue moderne, letterature e traduzione.