pfizer-numeri-efficacia-variante-delta

Molti italiani, anche in questi giorni legati alle festività natalizie, saranno chiamati alla vaccinazione con terza dose. Il siero di Pfizer, insieme a quello di Moderna, resterà al centro della campagna vaccinale in Italia ed in Europa. Sempre nell’UE, inoltre, in queste ultime settimane sono sorte proposte inerenti all’obbligo di immunizzazione per scongiurare ulteriori scie di ricoveri e decessi durante l’inverno.

 

Pfizer, la terza dose e l’obbligo di vaccino in Europa

L’aumento dei contagi, che nelle ultime settimane, ha interessato anche l’Italia per ora però non porta all’obbligo vaccinale, almeno nel nostro paese. Con Decreto di ieri, il Governo ha ancora una volta escluso l’obbligo di somministrazione per i cittadini che non hanno ancora ricevuto una dose con Pfizer e Moderna.

Il Governo continua invece a puntare sul Super Green pass, che sarà esteso in ambiti lavorativi più numerosi e che sarà determinante per accedere a luoghi quali stadi, cinema, teatri. Al tempo stesso l’esecutivo ha varato una serie di chiusure, come quella delle discoteche e delle feste private sino al 31 Gennaio.

La vaccinazione con Pfizer, anche in terza dose, è necessaria in questi giorni per contrastare l’avanzata della variante Delta, ma soprattutto per contrastare la variante Omicron, che a breve sarà maggioritaria anche nel nostro paese. Ricordiamo che dallo scorso 16 Dicembre il vaccino Pfizer sarà distribuito anche ai bambini con età compresa tra i 5 ed i 12 anni. Le somministrazioni continueranno per tutto il periodo natalizio. Per loro però sarà prevista solo 1/3 di dose come stabilito da precise indicazioni dell’EMA.