La componente indubbiamente più importante all’interno di uno smartphone è la sua batteria, essa è infatti indispensabile al device per funzionare, dal momento che da energia a tutte le altre componenti che altrimenti non funzionerebbero, cosa che renderebbe il nostro smartphone a tutti gli effetti un fermacarte molto costoso.

Ovviamente la batteria al pari della sua importanza, consta anche la sua fragilità, essa infatti è composta da celle al Litio, decisamente molto fragili e suscettibili a svariati insulti, nel dettaglio parliamo di quelli: elettrici, fisici e chimici, che, nel tempo possono portarla ad una rapida decaduta.

Oltre a ciò però, ad influenzare la vita di una batteria, abbiamo anche l’atteggiamento del proprietario, il quale con le proprie azioni può portarla ad un rapido decadimento o di contro, può anche allungarne la vita, soprattutto se ci presta attenzione.

 

Le pratiche da eliminare assolutamente

Le pratiche che possono danneggiare la batteria sono tante e decisamente diffuse, vediamole insieme:

  • La prima indubbiamente più diffusa ed anche più fatale è caricare lo smartphone mentre quest’ultimo è acceso, tale attività infatti può portare ad una grossa produzione di calore che, nel tempo può danneggiare le celle al Litio.
  • Caricare il device con la cover è un altro errore molto comune, essa infatti è isolante, dunque oltre che a non far entrare il calore, non consente di dissiparlo, portando a pericolosi surriscaldamenti.
  • Un altro errore diffuso molto negli ultimi anni è quello di usare solo caricatori fast charge, questi ultimi infatti a causa dell’elevato amperaggio usurano la batteria decisamente di più.