incentivi auto_2021

La Legge di Bilancio 2021 ha confermato il sostegno al settore automobilistico con una serie di incentivi e sussidi per le auto nuove in Italia nel 2021. Oltre a un ecobonus per i veicoli elettrici e ibridi plug-in, sono previsti bonus anche per benzina, diesel, o motori completamente ibridi.

Nel dettaglio, la Legge di Bilancio 2021 stanzia 250 milioni di euro al fondo dedicato agli incentivi auto per i veicoli con motori benzina e diesel in Italia, mentre per i motori elettrici sono stanziati 120 milioni di euro. Il totale è di 490 milioni di euro se si considerano anche i fondi previsti dalla Legge di Bilancio 2019.

Gli incentivi e le sovvenzioni auto 2021 in Italia si applicano alle auto nuove di zecca, ma l’importo dipende dal livello di emissioni di ciascuna auto. Per questo è stata stilata una suddivisione per fasce o tra parentesi e l’importo del bonus varia anche a seconda della modalità di acquisto (con rottamazione o meno).

La prima fascia è per le auto a basse emissioni tra 0-20 g/km e beneficiano di un ecobonus di 10.000 euro (8.000 di incentivo statale più 2.000 di contributo concessionario) in caso di fruizione di un regime di rottamazione in Italia per un veicolo che è classificato come Euro 4 o inferiore. Tale importo scenderebbe a 6.000 euro (4.000 + 2.000) senza rottamazioni.

La seconda fascia individuata è quella per le emissioni comprese tra 21 e 60 grammi di CO2 per chilometro, che riceverà nel 2021 una franchigia auto di 6.500 euro (4.500 + 2.000) con rottamazione o 3.500 euro (1.500 + 2.000) senza rottamazione.

La vera novità della Legge di Bilancio 2021 è la terza fascia di incentivi auto in Italia per le auto con emissioni da 61 a 135 g/km (il limite di emissione era precedentemente fissato a 110 grammi per chilometro), che porta molti benzina, gasolio, veicoli ibridi e full Euro 6d nell’ambito degli incentivi auto.

Come richiederli

Per beneficiare di incentivi e agevolazioni auto in Italia è obbligatorio rottamare un veicolo immatricolato entro il 1 gennaio 2011, in cambio di un bonus di 3.500 euro (1.500 + 2.000). Le auto con emissioni comprese tra 61 e 135 g/km devono avere un prezzo di listino non superiore a 40.000 euro al netto di IVA (circa 49.000 euro per un cliente privato).

Per l’acquisto di veicoli con emissioni comprese tra 0 e 60 g/km, il prezzo non deve superare i 50.000 euro inclusi gli optional, a cui vanno aggiunti IVA e soccorso stradale, e deve essere indicato sul contratto di acquisto e fattura. Una diversa forma di incentivazione auto 2021 è prevista per chi ha un ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) inferiore a 30.000 euro. In caso di acquisto di un’auto elettrica è previsto un bonus fino al 40% della spesa sostenuta, a patto che il veicolo costi meno di 30.000 euro. Questo incentivo non è cumulabile con l’ecobonus.

Gli incentivi auto 2021 si applicano direttamente sotto forma di sconto sul prezzo e l’acquirente non deve seguire alcuna procedura particolare, alle operazioni burocratiche penserà il concessionario e il bonus verrà automaticamente detratto dal prezzo di listino della veicolo.