la-regina-degli-scacchiDopo la premiazione agli Emmy Awards come miglior miniserie e miglior regia per una miniserie, molti si stanno chiedendo incessantemente se la seconda stagione de La Regina degli Scacchi arriverà o meno su Netflix. La risposta è arrivata direttamente dai suoi produttori esecutivi Scott Frank e William Holberg quando c’è stata la cerimonia degli Oscar televisivi. Ecco cosa hanno dichiarato:

“Mi sento come se avessimo raccontato la storia che volevamo raccontare e mi preoccupo – anzi, sono terrorizzato – che se provassimo a fare di più, rovineremmo quello che abbiamo già raccontato”.

Ciononostante, i due hanno affermato che insieme all’attrice Anya Taylor-Joy vogliono continuare il loro rapporto di collaborazione dando vita a nuovi progetti. In più, ciò che ha suscitato maggiore emotività in tutti è quando è stato dichiarato che la troupe dello show è diventata come una sorta di famiglia e che si ritroveranno certamente a fare di nuovo qualcosa insieme.

La Regina degli Scacchi è la miniserie più vista di sempre

L’ispirazione della miniserie è arrivata dal romanzo di Walter Trevis del 1983 The Queen’s Gambit, il quale racconta la vita di Beth Harmon, bambina prodigio degli scacchi che lotta contro la dipendenza da alcool e psicofarmaci per diventare una vera e propria campionessa negli scacchi. Durante le gare del torneo internazionale di scacchi più ambito al mondo, il quale era popolato da soli uomini, Beth riesce a battere tutti entrando nella storia.

La miniserie è approdata su Netflix nel 2020 ed è presto diventata la serie limitata più vista di sempre. Anya Taylor-Joy è diventata una delle attrici più amate grazie allo show ed è stata di fatto chiamata per tante altre produzioni.