Intesa Sanpaolo

I tentativi di truffa per i correntisti delle principali banche italiane rappresentano oramai una triste costante della quotidianità. Ancora in queste settimane, nonostante gli sforzi dei vari istituti di credito, numerosi malintenzionati della rete mettono in atto i loro tentativi di phishing a danno dei malcapitati di turno. Particolare attenzione devono prestare i clienti di Intesa Sanpaolo.

 

Intesa Sanpaolo, i tentativi di truffa per gli utenti

Anche per Intesa Sanpaolo le principali minacce arrivano attraverso le comunicazioni web, siano esse semplice mail o anche generici messaggi fasulli, talvolta inviati via SMS o persino su WhatsApp. I cyvercriminali cercano di attirare l’attenzione degli utenti con comunicazioni dal forte impatto provocatorio, fingendo la chiusura unilaterale del profilo o anche ventilando spese non reali effettuate con carte di debito e di credito.

L’obiettivo principale dei malintenzionati è quello di indirizzare i lettori a cliccare su link in allegato ai relativi messaggi. I clienti di Intesa Sanpaolo che cliccano sul link si espongono ad una serie di rischio e mettono anche a repentaglio le loro informazioni riservate.

Attraverso questa tecnica, eventuali cybercriminali potrebbero attivare servizi a pagamento su smartphone. Nelle scorse settimane già tanti utenti di TIM, Vodafone e WindTre hanno evidenziato problemi relativi al proprio credito residuo dopo la ricezione di queste comunicazioni.

Il problema maggiore per i correntisti Intesa Sanpaolo è però quello relativo ai propri risparmi. Con la condivisione non voluta dei dati personali, gli hacker potrebbero anche entrare in possesso delle credenziali home banking delle vittime. Da qui il conseguente pericolo per la perdita del credito sul conto corrente.