alice in borderlands

Netflix ha deciso di rinnovare la serie giapponese Alice in Borderland, che e’ stata presentata per la prima volta alla fine del 2020.

Alice in Borderland è un adattamento live-action originale Netflix dell’omonimo manga dell’autore Hara Aso. La serie è diretta da Shinsuke Sato e scritta da Yasuko Kuramitsu.

Appena due settimane dopo che la serie fu trasmessa in anteprima mondiale, Netflix decise di rinnovare la serie per una seconda stagione (alla vigilia di Natale). L’annuncio è arrivato da numerosi account social di Netflix in tutto il mondo.

Secondo Netflix 18 milioni di famiglie hanno guardato la prima stagione entro i primi 28 giorni. Inoltre, i primi dati forniti da FlixPatrol affermano che la serie si è comportata bene in paesi come Taiwan, Thailandia, Vietnam, Singapore, Giappone, Hong Kong.

Tuttavia, gli Stati Uniti sono stati uno dei pochi paesi in cui il tasso di affluenza era quasi pari a 0.

Cosa aspettarsi da stagione 2

La prima stagione ha coperto circa 31 capitoli del manga, lasciando altri 33 capitoli da coprire.

L’eroe della serie, Arisu, ha avuto una grossa responsabilita’ che si e’ portato dietro per tutta la prima stagione. Iniziera’ con due dei suoi amici, Korube e Chota, ma arrivera’ in finale grazie al sacrificio dei due.

Il culmine della stagione è arrivato durante il gioco del dieci di cuori, in cui i residenti della spiaggia hanno dovuto indovinare correttamente chi fosse la “Strega“. Dopo molte lotte, e molti concorrenti furono uccisi, Arisu riesce a capire l’identità della Strega, rivelando il mistero.

Dopo che Niragi ha bruciato la villa sulla spiaggia, i concorrenti hanno posto il corpo della strega su un falò e hanno così completato il gioco.