airbnb

Internet è sicuramente un mondo pieno di opportunità, ma è anche molto pericoloso. Di fatto, si aggirano sul web diverse truffe che possono essere potenzialmente dannose per milioni di utenti. Durante questo periodo di ferie, infatti, ci sono tantissimi vacanzieri che hanno provato ad affittare una casa su Airbnb per poi essere truffati subito dopo arrivando sul posto e non trovando la casa che avevano prenotato.

Anche se il sito è molto famoso per la sua grande affidabilità, sembra che nelle ultime settimane qualcosa sia andato decisamente storto. La piattaforma di default impone un contatto diretto tra host e utente solo mediante i suoi sistemi di posta, ma comunque i malfattori cercano di farsi contattare privatamente andando ad inserire il loro indirizzo mail nella descrizione o nelle foto della proprietà che cercano di fittare.

Truffe Airbnb: bonifico bancario da evitare assolutamente

I malfattori operano in quasi totale libertà sulla piattaforma, ma con alcuni consigli utili possiamo facilmente smascherarli. La prima cosa da tenere a mente è quella di non pagare mai un host mediante bonifico bancario. Questo perché colui che vuole truffarci proverà a farlo in questo modo, così da non restituirvi più neanche un solo centesimo. In più, spesso verrete reindirizzati su siti non sicuri e sospetti.

Anche quando vedete le immagini fate attenzione. È sempre opportuno fare una ricerca di immagini della proprietà tramite Google o simili. Dunque, aprite il vostro browser e controllate se questa casa esiste veramente. Occhio anche alle recensioni: a volte gli host disonesti vengono smascherati così.