blank

I cieli estivi sono sempre degli spettacoli assoluti da guardare, l’assenza totale di nuvole infatti permette di ammirare le stelle che ci circondano e in caso di mancanza di inquinamento luminoso lo spettacolo diventa ancor più clamoroso grazie all’apparsa della nostra galassia, la Via Lattea, visibile solo in condizioni di totale assenza di luce.

Ovviamente davanti ad uno spettacolo del genere può sorgere spontaneo il desiderio di scattarle una foto, pratica non semplice ma neanche impossibile da attuare, perfino con uno smartphone, i sensori attuali infatti sono in grado di captare anche la leggerissima quantità di luce in arrivo dalla costellazione, il segreto è settarli a dovere, scopriamo come fare.

 

Settare ogni impostazione è la chiave

Ovviamente per fotografare la Via Lattea il segreto è sfruttare la modalità manuale, vediamo come fare:

  • Smartphone immobile: Dettaglio fondamentale, dovremo usare le lunghe esposizioni, dunque lo smartphone dovrà essere immobile, dunque adoperate un supporto e i comandi vocali per lo scatto, dal momento che la pressione del dito farà traballare lo smartphone quanto basta per far uscire una foto mossa.
  • Lunghe esposizioni: Per riuscire a catturare la via lattea dovrete aumentare l’esposizione a circa 30 secondi, ciò significa che il sensore farà entrare luce per quella durata di tempo, la quale resterà maggiormente impressa, ovviamente più è lunga l’esposizione maggiore sarà la luce.
  • Regolate gli ISO: In questo caso setterete la sensibilità alla luce del sensore, maggiore sarà la sensibilità e maggiore sarà l’illuminazione nella foto, settaggio che va impostato soppesandolo al precedente senza esagerare, dal momento che ISO troppo alti producono rumore video, per fare un esempio, ISO800+T.E. 25/30s=ISO1600+T.E 12s, la differenza sarà però che la seconda opzione avrà più rumore video, dunque per una buona illuminazione è meglio impostare tempi più lunghi e ISO più bassi.
  • Messa a fuoco manuale: Sfruttate la messa a fuoco manuale e mettetela alla massima distanza, lo smartphone la setterà in automatico ad infinito.
  • Trovare la Via Lattea: Per trovare la Via Lattea inutile stare a dire che dovrete essere in una zona molto buia, quasi senza luce, per individuare la costellazione potrete aiutarvi con numerose app per smartphone utili a tal fine.
  • Fate delle prove: Una volta colto il gioco tra ISO e tempo di esposizione non vi resta che fare dei tentativi e affinare man mano il settaggio.