bitcoin-performance-maggiori-rispetto-rendimento-classiche-azioni

Molti, che si affacciano per la prima volta al mondo degli asset digitali si chiedono se investire in Bitcoin sia più redditizio delle classiche azioni. In questo articolo vedremo come e perché le performance di questa crypto sono maggiori e promettono ottimi ricavi. Quale sarà il risultato se messe a confronto? Scopriamolo insieme e lasciamoci stupire dai token e soprattutto da Bitcoin.

 

Bitcoin e azioni: performance messe a confronto

A rivelare quanto introdotto da questo nostro articolo è uno speciale pubblicato su Yahoo Finanza, un punto di riferimento nel settore. In pratica, sono state messe a confronto le performance delle classiche azioni con quelle di Bitcoin e il risultato è a dir poco sbalorditivo.

Ecco cosa ha rivelato l’articolo di Yahoo Finanza proprio in merito a Bitcoin e azioni messe a confronto con dati alla mano, che poi vedremo nello specifico:

Confrontando la performance di Bitcoin, in ottica YTD del 29,65%, con quello delle azioni, risulta molto maggiore. Infatti azioni come Apple, Amazon e Netflix hanno avuto un rendimento rispettivamente dell’11,4%, 3,4% e -5,5%. Ma nei mercati si sono fatti avanti dei nuovi elementi che hanno rubato il palcoscenico a Bitcoin. Le Cripto-Azioni hanno registrato rendimenti molto elevati. Durante gli ultimi mesi del 2020 i rendimenti tra possessori di Cripto-Azioni e Bitcoin erano pressoché uguali. Ma dal marzo di quest’anno le cose sono un po’ cambiate“.

 

Risultati che rassicurano

È importante fare una premessa. Bitcoin ha subìto una forte recessione rispetto ai picchi di valore che aveva raggiunto. Basti pensare che da un massimo storico di 64.000 dollari oggi si trova a quota 36.996 dollari, al momento della scrittura. Comunque i risultati sulle crypto-azioni ad oggi sono rincuoranti. Infatti, dopo uno sguardo approfondito, sempre Yahoo Finanza specifica:

Voyager Digital ha avuto un rendimento da febbraio 2020 pari al 6.000%. Anche altre società di questo tipo, come Silvergate, MicroStrategy e Galaxy Digital hanno mostrato rendimenti maggiori. Queste società possiedono anche quote di Bitcoin. Microstrategy possiede oltre 100.000 BTC, mentre Galaxy Digital, Voyager Digital detengono 16.400 BTC e 12.260 BTC rispettivamente. Visto che le aziende sono votate alla crescita, potrebbe crescere il numero di Bitcoin in possesso. Questo potrebbe sostenere la crescita della maggiore criptovaluta al mondo“.

Concludiamo ricordando anche la reazione inaspettata di Bitcoin alle strette USA sulla criptovaluta che, al contrario di quanto molti pensavano, ha mantenuto un trend positivo e, quindi, la sua quotazione non è crollata.

FONTEYahoo Finanza