blank

Uno dei temi caldi degli ultimi mesi è stata sicuramente la questione vaccini, la corsa alla vaccinazione ha infatti spaccato in due il mondo, creando due fazioni, chi confida nella scienza “contro” chi invece non si fida seguendo ipotetiche teorie complottistiche, una guerra mediatica che coinvolge tutti e che a quanto pare vede schierati a favore della vaccinazione due o forse tre nomi di rilievo, stiamo parlando di Facebook, Google e forse Apple.

Facebook e Google infatti, rilasciando le medesime dichiarazioni hanno affermato che per poter ritornare a lavorare fisicamente negli uffici, sarà necessario aver ricevuto la vaccinazione, un obbligo che ha portato al posticipo dei rientri da Settembre a metà Ottobre proprio per consentire a tutti di adempiere all’obbligo sopraggiunto, una scelta radicale che ancora una volta mostra come procedere verso la vaccinazione sia necessario e indispensabile.

 

Le aziende tech a favore dei vaccini

L’obbligo vaccinale imposto dai due colossi della tecnologia arriva a seguito anche dell’obbligo imposto da Joe Biden di vaccinazione per chi lavora negli uffici, dal momento che la variante Delta sta andando incontro a rapida diffusione, evento che dunque impone a salvaguardia della salute di tutti la vaccinazione, contesto che, non ha lasciato impassibile anche Apple, la quale sembra intenzionata a seguire la linea guida delle altre aziende sebbene Tim Cook sembri ancora titubante e stia aspettando di vedere l’evoluzione della situazione per prendere una decisione finale.

Più sicuro sembra invece il CEO di Google Sundar Pichai, il quale ha scritto sul suo blog: “Vaccinarsi è uno dei modi più importanti per mantenere in salute noi stessi e le nostre comunità nei mesi a venire. Chiunque venga a lavorare nei nostri campus dovrà essere vaccinato.