peaky blinders

L’attrice Helen McCrory, nota per i suoi ruoli in Peaky Blinders e tre film di Harry Potter, è morta di cancro all’età di 52 anni, ha annunciato suo marito, l’attore Damian Lewis.

Ha detto che era “il cuore spezzato” e che lei era una “donna bella e potente“. L’autrice di Harry Potter, JK Rowling ha lanciato la notizia scrivendo che si trattava di “una notizia straziante”.

McCrory era anche conosciuta per la sua lunga e acclamata carriera sul palcoscenico, e il direttore artistico del National Theatre Rufus Norris ha affermato che era “senza dubbio uno delle piu’ grandi attrici della sua generazione”.

Il creatore di Peaky Blinders, Steven Knight, ha dichiarato: “Helen è stata una delle grandi attrici della sua generazione. Era così potente e controllata nella serie, come nella vita reale“.

Cillian Murphy, che ha interpretato Tommy Shelby nello spettacolo, ha aggiunto ” ho il cuore spezzato, oggi ho perso una cara amica“, descrivendola come una bella persona, premurosa, divertente e compassionevole.

Le parole dei suoi amici e collaboratori

Era anche un’attrice di talento, senza paura e magnifica. Ha elevato e reso umana ogni scena, ogni personaggio che ha interpretato“, ha detto, aggiungendo che è stato “un privilegio aver lavorato con questa donna brillante. Mi mancherà molto”.

Il direttore del dramma della BBC Piers Wenger ha aggiunto: “Helen è stata una delle migliori attrici che questo paese vedrà mai“. La star di Homeland Lewis ha dichiarato di essere morta “dopo un’eroica battaglia contro il cancro“.

La bella e potente donna che è Helen McCrory è morta pacificamente a casa, circondata da un’ondata d’amore da parte della famiglia e degli amici“, ha detto.

McCrory ha sposato la star di Homeland Lewis nel 2007 e hanno avuto due figli. L’anno scorso, la coppia ha raccolto più di 1 milione di sterline per fornire ai lavoratori del SSN durante le pressioni della pandemia di coronavirus.

Il comico Matt Lucas, che ha lavorato con loro nella campagna FeedNHS, ha twittato che “sarà ricordata non solo per le sue straordinarie esibizioni teatrali e cinematografiche, ma anche per il suo altruismo e generosità“.