Smartphone rubato ritrovato con un'applicazione, denunciato il ladro

Saper utilizzare la tecnologia e quindi anche uno smartphone può comportare diversi benefici, soprattutto quando si incorre in problematiche più o meno grandi. Può fare scuola il caso che ha riguardato una ragazza che ha denunciato il furto del suo smartphone a Parma, più precisamente nella zona di Piazzale della Pace.

La richiesta alle forze dell’ordine è stata inoltrata verso le 4:30 del mattino e con la ragazza che nell’attesa della volante non si è persa di certo di coraggio. Quest’ultima ha infatti utilizzato un’applicazione molto utile per ritrovare il suo smartphone, riuscendo a scoprire che il dispositivo non si trovava poi così lontano.

 

Smartphone rubato e ritrovato: scatta la denuncia per l’uomo che lo aveva in tasca

Dopo aver messo in moto l’applicazione di positioning, è stato possibile individuare il dispositivo nei pressi del luogo del furto, più precisamente vicino ad una panchina dove era seduta una persona di origini straniere.

La ragazza a quel punto, per avere una prova che fosse proprio quella la persona ad avere in tasca il suo smartphone, a proceduto ad inoltrare una chiamata verso il suo numero telefonico. A seguito dello squillo, ecco quindi la prova del nove: lo smartphone era nella tasca dell’uomo seduto sulla panchina. Una volta arrivati sul posto dunque i poliziotti non hanno potuto fare altro che constatare quanto dichiarato dalla ragazza in precedenza. Di conseguenza è scattata la perquisizione ai danni dell’uomo, un cittadino ghanese pregiudicato che è stato trovato quindi in possesso dello smartphone. Una volta restituita la refurtiva all’avente diritto, gli agenti hanno provveduto a denunciare la persona per ricettazione portandola poi al cospetto dell’ufficio immigrazione.