covid-19-ciclo-vaccinazione-due-dosi
Photo by Mat Napo on Unsplash

Ora più che mai le persone devono essere responsabili e completare il ciclo di vaccinazione contro il Covid-19. Con la variante Delta una dose non basta e se comunque già prima era necessario ricevere anche la seconda, attualmente lo è ancora di più. Purtroppo non è così raro che una persona decida di saltare il secondo appuntamento e sta diventando un problema da combattere.

Negli Stati Uniti questo fenomeno è già stato visto tanto che letteralmente milioni di persone non si sono presentate per ricevere il richiamo che gli avrebbe garantito una protezione maggiore contro il Covid-19. L’EMA sta sottolineando l’importanza di tutto questo proprio in vista di una nuova ondata del virus che sta minacciando quanto fatto finora.

 

Covid-19: l’importanza delle due dosi

Il comunicato dell’EMA: “La variante Delta si sta diffondendo rapidamente in Europa e potrebbe seriamente ostacolare gli sforzi per controllare la pandemia. Le evidenze suggeriscono che è dal 40% al 60% più trasmissibile rispetto alla variante Alpha. Inoltre, la variante Delta può essere associata a un rischio più elevato di ospedalizzazione. I dati suggeriscono che entrambe le dosi di un vaccino Covid-19 a 2 dosi come Comirnaty, Spikevax o Vaxzevria sono necessarie per fornire una protezione adeguata contro la variante Delta.”

Considerando l’argomento in questione, le due dosi dei vaccini Covid-19, risulta importante citare il problema con AstraZeneca. Per chi ha ricevuta la prima dose del suddetto vaccino, per chi sotti 60 anni bisogna ricevere un altro tipo di vaccino, nello specifico Pfizer o Moderna visto che sono solo i soli trattamenti rimasti.