malware

Il mondo del web si sa, è un variegato ecosistema pieno di risorse, la cui magnificenza è pareggiata solo dalla sua pericolosità, incappare infatti in una qualche fonte poco raccomandabile è molto facile e dipende anche da ciò che normalmente cerchiamo, dal momento che sono soprattutto le nostre ricerche a esporci a determinati rischi.

Una degli usi più diffusi del web è quello di portarsi a casa videogiochi gratuitamente grazie alla presenza di crack che consentono di avviarlo senza pagare, il classico download pirata adoperato da chi valuta che un gioco non meriti la cifra necessaria per acquistarla.

Verrebbe il caso di dire a questo punto chi la fa l’aspetti, stando alle ultime news infatti, un nuovo malware sta girando nella community sfruttando proprio i download di giochi piratati e circolanti su torrent e forum vari.

 

Crackonosh, il malware cryptominer

A rilevare questo malware è stata Avast, la quale ha riscontrato la presenza di un software malevolo in grado di sfruttare la potenza del PC attaccato per minare valute decentralizzate all’insaputa dell’utente.

Tra i titoli compromessi figurano nomi di spessore come: Grand Theft Auto V, NBA 2K19, The Sims 4 e Pro Evolution Soccer 2018, elenco è destinato a crescere.

Stando alle stime di Avast, circa 800 computer al giorno mostrano la presenza di questo malware, stime destinate a crescere non appena il source code del virus verrà distribuito, pare che Brasile e Filippine siano attualmente i Paesi più colpiti, contando oltre 40.000 vittime, con già oltre 220.000 gli utenti colpiti nel mondo.

I sintomi di un’infezione di questo tipo sono un drastico calo delle prestazioni del PC e un consumo eccessivo e alquanto inspiegabile di corrente elettrica.