contatori
Innumerevoli cittadini italiani non sono per niente contenti di pagare le tasse, ma nonostante ciò devono comunque pagarle, altrimenti non potrebbero accedere a dei servizi estremamente utili per far funzionare la loro abitazione. Tenendo in considerazione questa premessa, ci sono comunque moltissime persone che si fanno aiutare da alcuni trucchetti non esattamente legali. Sono veramente tante le situazioni in cui molteplici truffatori cercano di evitare il pagamento di tasse molto salate andando a modificare i contatori.
Recentemente nella capitale sono state beccate molte persone che modificavano i loro apparati di misurazione. Nei loro confronti i provvedimenti non sono stati assolutamente di poco conto, questo perché andavano a manomettere direttamente i contatori andando ad abbassare o addirittura azzerare il costo delle bollette. Senza ombra di dubbio, le aziende che hanno subito un danno maggiore in tutto ciò sono state Enel e Acea.

 

Contatori modificati: persevera la truffa del magnete

La tecnica maggiormente utilizzata dai truffatori è sicuramente quella del magnete, la quale consiste nel posizionamento di un magnete di grandi dimensioni direttamente di fianco o sopra il contatore. Dopo di ciò, questo strumento andrà a rallentare o a bloccare i giri dell’apparato di misurazione. Così facendo, i consumi segnalati saranno chiaramente più bassi rispetto a quelli che verrebbero segnalati normalmente.

E la situazione alquanto sgradevole non finisce qui: in dotazione alle stesse aziende che si occupavano dell’installazione degli apparati, sono stati trovati degli oggetti non proprio di uso usuale. Di fatto, si parla di misuratori, rilevatori e punzonatori che servono ad effettuare le manovre sui contatori.