WhatsApp: RITORNO A PAGAMENTO per tutti, il nuovo messaggio in chat

Gli utenti che soni operativi su WhatsApp devono prestare molta attenzione alla chat di messaggistica istantanea. Non ci sono, infatti, da tenere a bada soltanto i possibili episodi di phishing ma anche con una serie di truffe legate alla propria foto profilo.

 

WhatsApp, così nascono i rischi per la privacy con la foto profilo

Nella maggior parte dei casi, un cattivo utilizzo della foto del profilo su WhatsApp può portare a seri rischi per la propria privacy. Gli utenti corrono due pericoli da non sottovalutare: da una perte vi è il rischio di furti d’identità, dall’altra parte invece la nascita di una serie di profili fake.

cybercriminali che si muovono su WhatsApp hanno dallo loro parte oramai delle tecniche collaudate per mettere in difficoltà ogni singolo individuo. Rubando le immagini profili di utenti incoscienti, i malintenzionati riescono a dar vita ad una serie di profili fake. Da qui nasce un’ulteriore criticità altrettanto importante: il furto della propria identità digitale.

WhatsApp continua a confermare regole molto diverse da altri servizi di messaggistica, social e chat. Sulla piattaforma, gli utenti possono non soltanto guardare a schermo intero le foto profilo di sconosciuti, ma anche effettuare screenshot veloci con il proprio smartphone.

La difesa della propria privacy è affidata di base ad ogni singolo utente attivo su WhatsApp. Il primo consiglio da condividere con tutti è quello di celare la foto profilo ad eventuali contatti non memorizzati in rubrica, attraverso l’apposita opzione nel menù Impostazioni. Laddove ciò non bastasse e si verificassero criticità, è bene eliminare in via definitiva l’immagine copertina.