WhatsApp, la nuova truffa sfrutta il coronavirus e danneggia le persone

Continuano ad essere numerosi i pericoli di privacy legati a WhatsApp. Alcuni malintenzionati della rete continuano a colpire gli utenti della chat di messaggistica con alcuni tentativi di phishing ma anche con una serie di trappole legate alla propria foto profilo.

 

WhatsApp mette a rischio la privacy degli utenti con la foto profilo

Molti sottovalutano il problema, ma attraverso l’immagine del profili alcuni utenti mettono a serio rischio la loro privacy. In questo caso, i problemi sono due: da una parte per gli utenti c’è il rischio di furti d’identità, dall’altro la presenza di alcuni profili fake.

malintenzionati oramai hanno sviluppato delle tecniche molto collaudate su questo fronte. I cybercriminali di WhatsApp “rubano” spesso le immagini di account aperti e utilizzano questi per la creazione di numerosi profili fake. Da ciò emerge anche un’ulteriore criticità: il furto della propria identità digitale.

Nonostante le segnalazioni degli utenti, gli sviluppatori di WhatsApp ancora non hanno creato un sistema di difesa per gli attacchi alla foto del profilo. A differenza degli altri social e delle altre chat, inoltre, eventuali malintenzionati su WhatsApp non soltanto possono visualizzare a schermo intero le foto profilo di sconosciuti, ma da queste possono anche effettuare alcuni screenshot.

Per difendere la propria privacy, tutti gli utenti di WhatsApp devono fare la loro parte. In particolar modo, una soluzione molto vantaggiosa può essere quella di nascondere la foto profilo ad eventuali contatti non memorizzati in rubrica, attraverso l’apposita opzione nel menù Impostazioni. In alternativa è possibile anche eliminare del tutto l’immagine copertina.