Call Center

Vittima questa volta delle ormai note e tanto irritanti chiamate dei Call Center è l’Unione Nazionale Consumatori (UNC). Purtroppo in questo caso si tratta di una vera e propria truffa ai danni degli utenti che hanno attivo un contratto di Luce e Gas. La cosa che sconvolge è la tranquillità con cui operatori di aziende addette ai Call Center si spacciano per dipendenti di UNC. Ecco i dettagli di questo pericoloso raggiro che può colpire tutti.

 

Arrivano i Call Center che si spacciano per operatori di UNC

Triste a dirsi, la nuova frontiera delle truffe dei Call Center è spacciarsi per operatori di autorevoli associazioni o aziende che svolgono il ruolo di consulenti super partes. Non ultimo il caso che vede vittima sfruttata l’Unione Nazionale Consumatori. Simpatico tra l’altro l’episodio in cui tra i malcapitati della chiamata è finito proprio il presidente dell’associazione, Massimiliano Dona. Da subito si è attivato scoprendo che il caso non era sporadico, ma diffuso in tutta Italia.

UNC ha prontamente denunciato l’accaduto all’Antitrust affinché l’Ente possa aprire un indagine in merito. Anche perché non si tratta di improvvisati cybercriminali, ma di veri e propri dipendenti di Call Center. Il pericolo quindi è quello che possa essere lesa la trasparenza dell’associazione che invece continua a lavorare a favore dei consumatori, spesso la parte debole della catena commerciale. Ma come si sviluppa la truffa?

 

Ecco come avviene la truffa

In un primo momento l’utente viene raggiunto dalla chiamata di un Call Center che si identifica quale operatore della compagnia di Luce o Gas con cui ha un contratto attivo. Successivamente spiega il motivo della telefonata volto ad avvisare tutti i clienti di un imminente aumento delle tariffe in virtù di una trasparenza. Infine, per tranquillizzare la potenziale vittima, l’operatore spiega che nei prossimi giorni sarà un dipendente di UNC a contattarlo per indicare le migliori tariffe disponibili.

Puntualmente dopo alcuni giorni, in alcuni casi ore, arriva la chiamata promessa dal Call Center. Dall’altra parte del telefono ovviamente non c’è chi dice di essere, ovvero un consulente di UNC. Tuttavia il povero malcapitato non lo sa e pensando di far cosa buona si fida sottoscrivendo un contratto che si rivelerà una truffa.

Occorre quindi prestare molta attenzione e segnalare possibili raggiri proprio agli sportelli di UNC. Oppure telefonando al numero 0632600239 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. Vi segnaliamo anche la truffa del finto Call Center Banca Sella.

VIAVia