Monete da collezione

Non solo tra le care vecchie Lire possono nascondersi monete da collezione il cui valore permette al possessore di guadagnare una vera fortuna. Ad oggi anche le piccole monete di Euro, i centesimi, possono rivelarsi incredibilmente rari. Sì, proprio quelle monetine che, in cassa al supermercato, molti disdegnano e regalano al cassiere. Oppure proprio quelle che se ci cadono dalle mani spesso non ci abbassiamo a raccoglierle. Per molti questi centesimi di Euro non hanno alcun valore.

Al contrario ci sono sono vere e proprie monete da collezione per le quali un esperto potrebbe spendere fino a 2.500 euro. Vediamo insieme a quale centesimo ci stiamo riferendo e come è possibile venderlo nel caso dovessimo scoprire di possederlo.

 

Chi l’avrebbe mai detto che anche i centesimi di euro sarebbero diventate monete da collezione

Chi l’avrebbe mai detto che proprio quei minuscoli e, per alcuni, insignificanti centesimi di Euro oggi sono a tutti gli effetti monete da collezione. Ma come è possibile che pezzi così recenti possano già essere così ricercati e soprattutto quotati?

La risposta è molto semplice e si trova proprio in alcune caratteristiche che fanno di una semplice moneta una da collezione. Prima fra tutte è la rarità, ovvero la scarsa reperibilità di quel centesimo di Euro. La seconda, che riguarda maggiormente quello che vorremmo descrivervi, cioè l‘errore di conio. In pratica, al momento dell’incisione vengono stampati degli errori di cui nessuno si è accorto prima. Ciò ha permesso la circolazione fino a che qualcuno accorgendosi del “fattaccio” ha bloccato la produzione correggendo la svista.

 

Ecco a voi 1 centesimo con la Mole Antonelliana

I centesimi di Euro si dividono in tagli da 1, 2, 5, 10, 20 e 50. Sono molto diffusi e proprio per questo potrebbe non essere così difficile che la moneta preziosa che tra un attimo descriveremo faccia ancora parte della vostra famiglia. Si tratta dei un centesimo di Euro più raro. È quello della Mole Antonelliana. A renderlo una moneta preziosa è proprio il fatto stesso che sia raffigurata la Mole Antonelliana invece destinata per la moneta da 2 centesimi di Euro.

Si tratta di circa 7.000 pezzi in circolazione e per questo ad oggi risulta così rara. Inoltre l’errore di conio ha spinto il suo valore a 2.500 euro. Nel caso voleste vendere una moneta da collezione potete rivolgervi a degli specialisti del settore visitando il sito internet www.moneterare.net. Nel frattempo anche diverse banconote possono farvi guadagnare una fortuna. Per scoprirlo vi rimandiamo a questo link.

VIAVia
Osvaldo Lasperini
Instancabile sognatore che ama navigare nel mare delle parole. L'arte dell'ascoltare è il primo segreto per scrivere. L'altro è l'io da accogliere per crescere.