Apple, Apple Store, iPhone 12, iPhone 13, Apple Watch, iPad, iPad Pro, iPad Mini, AirPodsApple impedirà a Siri di utilizzare per impostazione predefinita una voce prettamente “maschile” o “femminile”. Gli utenti potranno scegliere la voce che preferiscono mixando diverse tonalità.

I risultati della propria selezione variano a seconda del Paese in cui si utilizza Siri. Per esempio, negli Stati Uniti la voce solitamente “femminile” ha un tono più acuto. Mentre nel Regno Unito è una voce più bassa, considerata “maschile”. Gli utenti possono decidere quale voce usare direttamente nelle impostazioni. Con il nuovo aggiornamento, infatti, gli utenti sceglieranno tra più toni e accenti. In questo modo il risultato è più ponderato e personale.

Apple: nuovo aggiornamento per Siri, personalizzare la voce dell’assistente digitale sarà semplicissimo

L’obiettivo dell’azienda è promuovere maggiore diversità ed essere più inclusivi. Non è la prima volta che Apple si impegna per la diversità e l’inclusione con i prodotti e servizi offerti, pensati in un’ottica più attenta. Siri sembra essere il primo assistente vocale a smettere di utilizzare per impostazione predefinita una determinata voce quasi stereotipata. Alexa, ad esempio, può usare solo una voce femminile. Inoltre, l’Assistente di Google prevede una gamma di voci differenti ma per gli utenti viene comunque scelta una voce femminile.

La mancanza di impostazioni predefinite e una nuova scelta di voci è già disponibile con l’ultima versione beta per iOS. In quanto tale, è probabile che arriverà una versione stabile nelle prossime settimane. Le nuove opzioni si basano sulla tecnologia per la sintesi vocale che adopera l’intelligenza artificiale per consentire alle voci di sembrare più naturali. L’aggiornamento include le funzionalità aggiuntive per l’elaborazione vocale di Siri in Irlanda, Russia, Italia e tanti altri Paesi, per un totale di 38 zone coinvolte.