WhatsApp: arriva la nuova truffa ruba-account, la Polizia di Stato indaga

Tenere gli occhi bene aperti è obbligatorio quando si ha a che fare con il web. Purtroppo, pur essendo una grande risorsa per tutto il mondo, quest’ultimo può comportare svariati problemi a chi non è abituato ad evitare ad esempio le truffe. Purtroppo da questa piaga non è esente WhatsApp, applicazione famosissima in tutto il mondo che ad oggi risulta una delle più scaricate.

Più volte le persone che usano stabilmente l’applicazione si sono trovate in problematiche enormi. Durante gli ultimi giorni diverse testimonianze parlerebbero di un nuovo trucco utilizzato dei truffatori per rubare gli account. Il tutto sarebbe favorito dalla connessione alla piattaforma desktop disposta con WhatsApp Web. Per entrare, come tutti ben sanno, c’è bisogno di un codice di conferma, il quale potrebbe essere intercettato dei truffatori ma sempre con la complicità dell’utente ignaro di ciò che sta per accadere. Ad indagare ora è la polizia di Stato che hai messo anche un comunicato ufficiale.

 

WhatsApp: ecco il comunicato ufficiale della polizia di Stato in merito alla truffa

Per attivare l’App di messaggistica Whatsapp sul proprio smartphone – si legge sul profilo Facebook del Commissariato di PS Online – è necessario inserire uncodice che viene inviato tramite SMS sul dispositivo. Tramite questa procedura i cybercriminali riescono a far recapitare alla vittima un SMS nel quale viene chiesto l’invio di tale codice facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica.
L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo Whatsapp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la “proprietà
”.”