truffe call centerI casi di truffe perpetrate da finti Call Center continuano ad essere in aumento. Un fenomeno molto pericoloso soprattutto per la semplicità con cui molti utenti rischiando di rimanervi vittime. Questo genere di truffe sono comunque solo l’ultima voce di una lista che vede tecniche come il phishing, il vishing e lo smishing, ma anche il Sim Swap, tra le principali fonti di azioni fraudolente.

Le truffe tramite falsi Call Center, come anche le tecniche succitate, benché possano variare negli approcci e alcuni dettagli l’obiettivo sarà sempre lo stesso. In un modo o nell’altro gli artefici del raggiro cercheranno di entrare in possesso dei vostri dati personali; una volta ottenuti questi dati, potranno accedere al vostro conto corrente.

Truffe Call Center: le tecniche più diffuse

 

Quando si parla di truffe effettuate da finti Call Center tendenzialmente si fa riferimento ai casi, i più comuni, in cui il truffatore si spaccia per l’operatore di una compagnia telefonica o di un istituto di credito. In questi casi, con una scusa che potrebbe essere un’offerta speciale o una spesa imprevista, cercherà, come già accennato, di entrare in possesso dei vostri dati personali.

Magari, per riuscire ad estorcerveli con l’inganno, si diranno disponibili ad aiutarvi per cercare di risolvere il problema. Difendersi da queste truffe può non essere facile, ci sono però alcune cose da tenere a mente. La prima è che nessun operatore è autorizzato a trattare i dati personali degli utenti, quindi quando vi vengono richiesti spesso si tratta di una truffa. La seconda invece è che se si cade vittima del raggiro la cosa migliore da fare è rivolgersi alla Polizia Postale.