WhatsAppWhatsApp è stato messo in discussione negli ultimi tempi, almeno per quel che riguarda l’emisfero privacy che ha spinto molti ad abbandonare a favore di alternative come Signal e Telegram. Oltre ai “guai in casa” lo sviluppatore deve lavare anche i panni sporchi che provengono da una truffa SMS individuata prontamente dalla Polizia Postale che per l’occasione ha lanciato l’allarme generale. Ecco che cosa sta succedendo e perché dobbiamo stare molto attenti.

 

Molto attenti a WhatsApp dopo la nuova truffa: Polizia Postale avverte tutti sui nuovi pericoli dei messaggi

Il pericolo è in agguato per miliardi di utenti inconsapevoli di una nuova frode WhatsApp che sta facendo velocemente il giro delle chat. Giocando sulla fiducia si spinge agli SMS sospetti. Come ben sappiamo per poter accedere al proprio profilo con il numero personale occorre ricevere un codice segreto a 6 cifre. In caso contrario non è possibile ottenere un account.

Sulla base di questo fatto alcuni hacker hanno ben pensato di richiedere la presunta conferma del codice di sicurezza, pena l’impossibilità di continuare ad usare chat e gruppi con annesse funzioni conosciute. La comunicazione che sta circolando in questi giorni dice:

“Ciao, ti ho inviato un codice per sbaglio, potresti rimandarmelo?” 

Senza sapere che dietro questa richiesta si cela l’arcana truffa ci spingiamo a fornire il nostro codice personale. Grave errore. Grazie al codice. infatti, il malintenzionato può completare l’installazione usando il nostro profilo e quindi il nostro numero anche per scopi illeciti. NON bisogna rispondere al messaggio o cliccare eventuali link proposti in calce allo stesso. Solo in questo modo potremo essere certi di non incappare in qualche trappola online. Fate molta attenzione.