blank

Vodafone presenta alcune novità per i suoi clienti nel corso di queste settimane. Il provider inglese, da sempre, rappresenta per gli utenti un punto di riferimento per quanto concerne i servizi legati alla telefonia mobile. Il lancio del 5G ha dimostrato come la compagnia sia sempre all’avanguardia.

In alcuni casi però la tendenza al lancio di nuovi servizi in casa Vodafone porta anche ad alcuni sacrifici. Il provider proprio in queste settimane sta eliminando progressivamente un servizio, divenuto oramai obsoleto: quello delle videochiamate con tariffazione su credito residuo.

 

Vodafone, gli utenti non potranno più effettuare videochiamate con credito residuo

La modifica ai piani tariffari di Vodafone è divenuta ufficiale a partire dallo scorso 15 Febbraio. Di base, quindi, già da questa settimana gli utenti del gestore britannico non potranno più effettuare videochiamate con la fatturazione sul credito residuo. L’unico metodo per effettuare chiamate voce e video è utilizzare le app di messaggistica attraverso l’utilizzo della rete internet. 

Il sacrificio di questo servizio da parte di Vodafone nasce proprio dalle tendenze del pubblico. Allo stato attuale le videochiamate sono a costo zero ed effettuate quasi esclusivamente con WhatsApp o altre piattaforme di messaggistica tra cui Telegram o Messenger. La stessa Vodafone invita i suoi clienti ad utilizzare tali app da scaricare su Google Play Store o App Store di Apple.

Con la chiusura di questo servizio di Vodafone si conclude anche una stagione iniziata nei primi anni 2000. Proprio con le videochiamate sono nati ad inizio millennio i primi prototipi di smartphone moderni.