blank

Il mondo delle auto elettriche come abbiamo potuto vedere, ha subito una forte espansione nell’ultimo anno, e autovetture a elettroni hanno infatti abbinato efficienza e prestazioni, fattori che hanno saputo conquistare gli utenti portando le auto green a ritagliarsi una fetta tutta loro del mercato.

A quanto apre anche in Italia questa piccola rivoluzione è avviata ed ora si punta molto in alto, è stata infatti recentemente annunciata una nuova vettura elettrica ad altissime prestazioni, la Estrema Fulminea, il cui nome già è abbastanza esplicativo, prodotta dalla società “Automobili Estrema“, fondata da Gianfranco Pizzuto nel 2020 e ancora poco conosciuta ma con un solo obbiettivo, produrre auto elettriche a prestazioni super.

Nuovo concetto di ibrido

Stando alle dichiarazioni della società, la nuova automobile sarà unica nel suo genere, infatti sarà la prima hypercar con omologazione stradale e ad utilizzare un pacco batterie ibrido, ovvero composto da celle allo stato solido prodotte da ABEE e supercondensatori, features che dunque ridisegnano il classico concetto di ibrido esulando dall’idea di motore termico abbinato ad elettrico.

Restando sempre in tema di specifiche e accumulatori, il pacco batterie avrà una densità di potenza densità di 450 Wh/kg, sarà da 100 kWh e peserà 300 Kg, cosa che permetterà di contenere il peso in ordine di marcia dell’hypercar a 1.500 Kg, il tutto grazie alla tecnologia cell to pack.

Parlando di prestazioni invece, i numeri bastano e avanzano, si parla infatti di 4 power train che insieme erogano una potenza di 1,5MW, ovvero 2040CV, cosa che si traduce in un’accelerazione mostruosa, o meglio, estrema e fulminea, dal momento che l’auto passa da 0 a 320Km/h in appena 10 secondi.