blank

La NASA ha autorizzato un’estensione della missione per la sua sonda Juno che esplora Giove. L’orbiter planetario più distante continuerà ora la sua indagine sul pianeta più grande del sistema solare fino a settembre 2025, o fino alla fine della vita della sonda. Questa espansione incarica Giunone di diventare un’esploratrice dell’intero sistema gioviano – Giove, i suoi anelli e le sue lune – con più appuntamenti pianificati per tre delle più intriganti lune galileiane di Giove: Ganimede, Europa e Io.

Tutte le novità sulla futura esplorazione di Giove

“Dalla sua prima orbita nel 2016, Juno ha fornito una rivelazione dopo l’altra sul funzionamento interno di questo enorme gigante gassoso”, ha detto il ricercatore principale Scott Bolton del Southwest Research Institute di San Antonio. “Con la missione estesa, risponderemo alle domande fondamentali sorte durante la prima missione di Giunone mentre ci spingevamo oltre il pianeta per esplorare il sistema ad anello di Giove e i satelliti galileiani”.

Proposta nel 2003 e lanciata nel 2011, Juno è arrivata a Giove il 4 luglio 2016. La missione principale sarà completata nel luglio 2021. La missione estesa coinvolge 42 orbite aggiuntive, compresi i passaggi ravvicinati dei cicloni polari nord di Giove; sorvoli di Ganimede, Europa e Io; così come la prima vasta esplorazione dei deboli anelli che circondano il pianeta.

“Estendendo gli obiettivi scientifici di questo importante osservatorio orbitante, il team di Juno inizierà ad affrontare una vasta gamma di scienza storicamente richiesta alle ammiraglie”, ha affermato Lori Glaze, direttore della divisione di scienze planetarie presso la sede della NASA a Washington. “Questo rappresenta un progresso efficiente e innovativo per la strategia di esplorazione del sistema solare della NASA”.

I dati raccolti da Juno contribuiranno agli obiettivi della prossima generazione di missioni sul sistema gioviano: Europa Clipper della NASA e la missione JUpiter ICy moons Explorer (JUICE) dell’ESA (Agenzia spaziale europea). L’indagine di Juno sulla luna vulcanica di Giove, Io, si rivolge a molti obiettivi scientifici identificati dalla National Academy of Sciences per una futura missione di esplorazione di Io.