Sole

In astronomia il perielio è il punto di minima distanza di un corpo (pianeta, asteroide, cometa, satellite artificiale, eccetera) dal Sole. Nel caso specifico nel nostro pianeta, la Terra, questo punto di minima distanza dalla stella viene chiamato perigeo. Qualche giorno fa, proprio subito dopo l’inizio del nuovo anno, la Terra è passata per il perielio avvicinandosi parecchio alla stella centrale del Sistema solare.

Gli scienziati hanno parlato di un saluto “ravvicinato” tra la Terra ed il Sole separati da una distanza di oltre 147 milioni di chilometri. Un saluto al quale la nostra stella ha risposto con due di debole entità. Le macchie solari sono quelle regioni della superficie solare distinte dall’ambiente circostante per una temperatura inferiore e per una intensa attività magnetica. L’attività della stella, in ogni caso, non sembra essere molto elevata.

Infatti scienziati dell’Inaf e dell’Università di Trieste hanno preso in esame la mappa delle regioni attive sull’emisfero solare non visibile dalla Terra. Tale mappa viene fuori dalle osservazioni condotte dall’osservatorio Solar Dynamics Observatory (Sdo) della NASA. questa rappresentazione della stella non riporta la presenza di regioni attive intense. Infatti, sembrerebbe che la Terra passando per il suo perielio non subisca perturbazioni del proprio campo magnetico. Per contro, anche il livello di attività del Sole sembra essere piuttosto basso.

Le immagini ottenute dai vari satelliti e dall’Sdo hanno lasciato comunque senza fiato gli astronomi. Ogni volta che il nostro Pianeta passa così vicino alla Sole, infatti, è sempre un episodio emozionante e che lascia un po’ tutti col fiato sospeso.

FONTENASA