cartelle esattorialiCome tutti sanno, questo 2020 è stato un anno estremamente negativo su vari punti di vista. Di fatto, le problematiche non sono emerse solo dal punto di vista sanitario, ma anche da quello economico, dove ci sono state delle situazioni disagianti davvero senza precedenti. Sono state davvero tante le famiglie che, purtroppo, hanno dovuto temporaneamente rinunciare ai loro introiti a causa dei DPCM imposti.

La situazione che si era venuta a creare era assolutamente negativa, e per cercare di risolverla almeno parzialmente lo Stato è intervenuto. Come? Stanziando fondi e mettendo a disposizione diversi bonus interessanti, i quali hanno permesso a molti cittadini di limitare le loro problematiche di natura economica. Tuttavia, anche in ottica fiscale la situazione era estenuante, tanto che sono state adottate delle soluzioni anche in tal senso.

 

Cartelle esattoriali addio: addio a multe e debiti con il Maxi Condono

Diverse sono state le proposte prese in considerazione dal Governo, ma quello che ha riscosso maggior successo è quella relativa all’inserimento di un Maxi Condono fiscale. I consensi sono stati istantanei, tanto che anche l’Agenzia delle Entrate stessa è stata fin da subito d’accordo. Di fatto, la manovra è ritenuta molto utile per snellire le pratiche, ormai bloccate in tempi burocratici fin troppo lunghi.

Se ci guardiamo indietro, neanche di molto, questa veniva solo considerata come un’ipotesi. Ma ora pare che, con l’ultima approvazione, il Condono fiscale è diventato reale. Quindi, cartelle esattoriali, debiti e multe accumulate tra il 2000 e 2010, definitivamente cancellate. Tutto ciò, però, a patto che la somma di tutti gli importi non superi i 1.000 euro. I contribuenti italiani, quindi, hanno tutto il diritto di esultare.