cartelle esattoriali

Il pagamento dei debiti sono un incubo per tantissime persone in tutto il territorio italiano. Di fatto, tra i principali pagamenti non saldati ci sono le sanzioni di tipo amministrativo e stradale, con un numero di multe fin troppo alto mai saldato. Tuttavia, per la felicità di numerosi consumatori, la faccenda sta per prendere un’altra piega grazie al condono fiscale. Andiamo a vedere nel dettaglio di cosa si tratta.

Condono fiscale: gli italiani possono dire addio addio definitivo ai debiti arretrati

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio 2019, a quanto pare, l’ipotesi che concerne l’introduzione di un maxi condono fiscale è diventata reale. Quindi, il provvedimento consentirà agli italiani di poter estinguere i propri debiti, facendo sì che non paghino le tasse, multe e bollo auto che precedentemente non avevano saldato. Ovviamente, ci sono dei limiti per l’applicazione del condono, infatti potrà essere applicato solo per quanto riguarda i debiti fiscali registrati durante il 2000 e il 2010 e il totale non deve superare i 1.000 euro.

Dunque, stando alle stime recenti, sono davvero in migliaia i consumatori del nostro paese che possono finalmente prendere una boccata d’ossigeno e stare più tranquilli. Infatti, a partire da questo momento, potranno dire definitivamente addio a tutti i debiti maturati nell’arco temporale che abbiano riportato poc’anzi.

Inoltre, c’è da segnalare una cosa importante: contemporaneamente all’introduzione del condono fiscale, recentemente c’è stata anche l’approvazione della Rottamazione Ter 2019, che permette di saldare tutti i debiti evitando sovrapprezzi causati da more ed interessi. In tal caso, la procedura avrà una durata di 5 anni.