Postepay: sicurezza al massimo ma troppa ingenuità, così vince la truffa

Usare una Postepay o un’altra carta prepagata appartenente ad un altro gruppo cambia poco quanto nulla sul fattore sicurezza. Se dal punto di vista si andrebbero a perdere alcuni benefici concessi dalla celebre carta colorata di giallo, dal punto di vista della privacy e appunto della sicurezza non ci sarebbero variazioni. I sistemi di difesa implementati da parte delle aziende sono talmente forti da bloccare sul nascere qualsiasi tentativo di accesso.

Proprio per tale motivo la falsa credenza che le Postepay siano molto più esposte a truffe ed inganni non ha alcuna ragione di esistere. Il problema purtroppo sta nell’ingenuità e nell’inesperienza di alcuni utenti, i quali spesso si lasciano abbindolare. I tentativi di phishing hanno infatti lo scopo di reperire i dati di accesso delle persone, con lo scopo poi di svuotare il loro conto.

 

Postepay: ecco il nuovo tentativo di phishing arriva tramite un messaggio mail

Egregio Cliente di Poste Italiane,

Siamo spiacenti di informarla che abbiamo deciso di sospendere le sue operazioni sul sito delle
Poste visto che lei ha ignorato la precedente richiesta di confermare la sua identità.

Per poter riutilizzare la sua carta Postepay / Conto Bancoposta, si prega di confermare
immediatamente le informazioni rilasciate sul nostro sito al momento della sua registrazione.
La procedura può essere completata cliccando sul link sottostante, che la porterà sul nostro
sito nella sezione dedicata alle verifiche.

  • Effettuare prelievi al bancomat o su POS.
  • Effettuare ricariche, bonifici ed operazioni di PostaGiro.
  • Effettuare pagamenti online o su POS.

Ci dispiace per il disagio arrecato!

Servizio Assistenza di Poste Italiane 2018