Canone Rai

Due delle imposte che il popolo italiano si trova a dover pagare certamente più malvolentieri dono sicuramente il Canone Rai e il Bollo Auto, due imposte di cui la prima addebitata direttamente nella bollette della corrente elettrica, mentre la seconda a cadenza annuale e forse anche meno accettata della prima, in quanto molti non concepiscono il dover pagare una tassa di possesso per un veicolo acquistato interamente con le proprie risorse.

Ovviamente nel contesto attuale, ovvero un 2020 flagellato dall’emergenza coronavirus, nel disperato bisogno del popolo di ricevere un po’ di ossigeno dal punto fiscale, veemente era circolata l’idea, sostenuta da numerosi voci, di annullare queste due imposte, sia perchè ritenute ingiuste, sia per aiutare il popolo eliminando una gravosa uscita a fine mese.

Ora però bisogna tirare le conclusioni, cosa accadrà al Bollo Auto e al Canone Rai ?

Il futuro delle imposte

Possiamo affermare con certezza che purtroppo le due imposte non smetteranno di rendere i vostri portafogli più leggeri ancora per un po’, infatti il Governo italiano non può permettersi di eliminare due entrate così corpose, la cosa nuocerebbe in modo irreparabile alle già stremate casse statli.

L’unica imposta da cui è possibile liberarsi è il Canone Rai, la cui regolamentazione prevede effettivamente un esonero, ma i cui requisiti d’accesso sono abbastanza stringenti, si parla infatti o di un’età superiore ai 75 anni di età con reddito annuo non superiore a 6.713,98 euro (compresi redditi di familiari conviventi), oppure della completa assenza (certificata) di apparecchi televisivi all’interno delle mura di casa.