autovelox

Gli autovelox in Italia sono indicati ed aggiornati dalla Polizia Stradale all’interno del proprio sito ufficiale. Le autorità avvertono circa la possibilità di incorrere nelle telecamere fisse per il rilevamento della velocità ma spesso rischiamo di perdere punti e soldi a causa di controlli nascosti o pattuglie che soggiornano puntualmente ai lati della carreggiata.

In caso di piede pesante il risultato è presto detto. Sono guai seri con il rischio di dover prendere i mezzi pubblici per parecchio tempo. Ecco le app autovelox che possono evitare spiacevoli conseguenze.

 

App per evitare gli autovelox in Italia: ecco le migliori

Difficile gestire più finestre quando siamo in modalità navigazione tramite il nostro telefono. Sì perché oltre alle telecamere per la velocità esistono anche quelle per il monitoraggio del traffico che rilevano l’eventuale uso dello smartphone in auto. Per avere tutto sott’occhio con strumenti affidabili ed aggiornati ci rivolgiamo a Google Maps e Wazei, due dei migliori alleati pubblici contro i controlli stradali.

Google Maps integra infatti un sistema di segnalazione della velocità di crociera e massima. Grazie a questa indicazione possiamo impostare il nostro Cruise Control mantenendo un’andatura stabile entro i previsti limiti imposti dal Codice della Strada per il tratto percorso. Oltre questo, ad ogni modo, esiste anche l’allerta telecamere con segnalazione in tempo reale di eventuali posti di blocco ed installazioni fisse lungo la strada.

Waze è molto simile e si avvantaggia rispetto alla soluzione precedente per la presenza di una ferra componente social che conta sul supporto della community. Agenti della stradale e telecamere nascoste vengono notificate grazie alle funzionalità in-app.

Sono due delle migliori soluzioni che possiamo adottare per guidare in sicurezza e senza distrazioni. Addio autovelox, sebbene ciò non debba rappresentare un incoraggiamento a premere a fondo sul pedale dell’acceleratore.