canone-bollo

Gli italiani ovviamente in quanto cittadini di uno Stato, sono obbligati a corrispondere un certo quantitativo di tasse ogni mese e quindi ogni anno, tra queste tasse, necessarie ovviamente a garantire il funzionamento corretto di ogni tipologia di servizio.

Tra le tante tasse, due fra quelle pagate più malvolentieri sono sicuramente il Bollo Auto e il Canone Rai, ritenute ingiuste poichè sostanzialmente la prima obbliga a pagare per il possesso di un bene acquistato interamente di tasca nostra, mentre la seconda porta a pagare un servizio che nessuno ha direttamente richiesto direttamente sulla bolletta dell’energia elettrica, fattore che ovviamente contribuisce a incrementare gli importi a fine mese.

Ultimamente però hanno iniziato a circolare numerose news in merito ad una possibile abolizione di suddette tasse, cosa che ha ovviamente creato uno stato di agitazione nella popolazione, dal momento che si prospetterebbe un cambiamento epocale dal punto di vista fiscale.

Cosa accadrà realmente ?

Nonostante le numerosi voci circolate, siamo abbastanza sicuri che un taglio di quelle due imposte non arriverà, ne oggi ne mai, l’Italia si trova ad uscire da un periodo economicamente molto compromettente e ridurre un’entrata così importante sarebbe a dir poco deleterio per tutto lo Stato.

Il Canone Rai e il Bollo quindi continueranno per lungo tempo a riempire gli importi a fine mese da pagare, con il primo che può essere eliminato solo in alcuni casi in cui è prevista un’esenzione.

Tra questi abbiamo la situazione in cui un utente non abbia nessun apparecchio televisivo funzionante nella propria abitazione, oppure con soggetti con oltre 75 anni che dichiarino di non godere (insieme al proprio coniuge) di un reddito annuo superiore a 8.000€, solo in questi casi si è esonerati, altrimenti dovrete continuare a pagare.