zoom-android-aggiornamento-mobile-smartphone-videoconferenza-download

Da quando la pandemia ha sconvolto la vita delle persone in tutto il mondo, Zoom è diventato una delle modalità di comunicazione più utilizzate. Grazie alla sua interfaccia facile da usare e alle funzionalità intuitive, è diventata l’app di videoconferenza di prima scelta non solo per i dipendenti che lavorano da casa, ma anche per le scuole per fornire istruzione a distanza e per amici e familiari per rimanere in contatto.

Poiché la maggior parte delle persone lavora da remoto e i bambini frequentano le scuole da casa, la possibilità di aggiungere sfondi virtuali durante le chiamate è diventata una caratteristica preferita per gli utenti delle app di videoconferenza.

Zoom rimane l’app preferita per le videoconferenze

Sfortunatamente, fino ad ora questa funzione era limitata alle chiamate prese dal PC. Tuttavia, l’ultimo aggiornamento dell’app Android di Zoom ha portato questa funzionalità anche su smartphone e altri device Android.

Zoom consente agli utenti di aggiungere immagini fisse come sfondo e i video non sono consentiti come sfondi per ora. Per aggiungere sfondi virtuali all’applicazione Zoom su smartphone Android, tutto ciò che devi fare è fare clic su ‘Altro’ nell’angolo in basso a destra dell’interfaccia di chiamata e quindi fare clic su Sfondo virtuale. Puoi selezionare una delle immagini precaricate o puoi anche aggiungere un’immagine fissa di tua scelta come sfondo virtuale.

Inoltre, il nuovo aggiornamento su Zoom consentirà agli utenti di condividere l’audio del tuo dispositivo con il pubblico senza interferire con l’audio del microfono dello smartphone. Ciò migliora l’esperienza complessiva di streaming video. L’aggiornamento porta anche alcune correzioni di bug e l’integrazione del calendario per una migliore gestione della pianificazione.

Oltre a tutte queste aggiunte, secondo quanto riferito, Zoom ha abbandonato il supporto per i Chromebook. Policeandroid afferma che l’attuale versione di Zoom non è compatibile con Chrome OS, il che significa che gli utenti dovranno utilizzare l’app esistente per Chromebook con funzionalità limitate.