boeing 747

Boeing 747 e Airbus A380 sono due tra i più grandi ed imponenti aerei che abbiano mai volato nei cieli del nostro pianeta. Il primo, come ben sappiamo, effettua tratte internazionali da più di cinquant’anni e la sua caratteristica principale è quella di avere una delle “silhouette” più iconiche di sempre con l’upper deck, ovvero il piano rialzato. Per quanto riguarda Airbus A380, invece, quest’ultimo risulta essere decisamente più giovane ed è capace di portare a bordo circa cinquecento passeggeri nella configurazione multi-classe, ben 90 in più in confronto al Boein 747 nella stessa configurazione. Nonostante abbiano viaggiato per molti anni presentando pochi problemi, purtroppo per i due imponenti aerei è arrivata la fine in modo definitivo.

Boeing 747 e Airbus A380 non voleranno più: ecco il motivo di questa decisione

Già da tempo, ormai, l’Airbus A380 aveva il proprio destino segnato. A quanto pare, infatti, quest’ultimo risulta essere troppo costoso da far volare con tutti i passeggeri a bordo. Proprio per questo motivo, quindi, molte compagnie aeree hanno deciso di puntare su velivoli più recenti e meno onerosi.

Anche il Boeing 747 risulta essere nella medesima situazione. Quest’ultimo, infatti, ha subito il duro colpo della sfida con l’Airbus A380, perdendo quindi l’interesse delle compagnie aeree.

Stando a quanto emerso dalle statistiche, nel mese di Luglio 2020 il 91% dei Boeing 747 sono rimasti fermi nei depositi. Situazione analoga per quanto riguarda Airbus A380; il 97% dei velivoli disponibili, infatti, non hanno effettuato alcun volo, restando quindi fermi nei depositi.

Cosa ci aspetterà quindi in futuro? Non c’è ancora una risposta alla seguente domanda ma, secondo alcune indescrizioni, i prossimi aerei saranno più compatti e decisamente meno costosi.