SIMUna semplicissima scheda SIM consegnata da TIM, Vodafone o WindTre al costo di pochi euro può arrivare a valere una autentica fortuna. Si entra nel contesto dei numeri facili dopo il rapporto de “Le Iene” sull’asta di beneficenza indetta dagli operatori a favore dell’Istituto Nazionale dei Tumori. Le schede telefoniche Top e Gold hanno registrato il seguente risultato. E non è che l’inizio.

  • 339 YYXXXXX – TIM ha devoluto 2’210 euro con questo numero.
  • 33Y XXXXXXX – TIM ha devoluto 8’600 euro con questo numero.
  • 342 XXXXXYY – Vodafone è riuscita a donare 1’920 euro con la vendita di questo numero.
  • 320 XYZYZYZ – Wind è riuscita a donare 856 euro con la vendita del numero.
  • 393 XY9XXY9 – 3 Italia ha donato 343 euro.

Quanto potrebbe valere la tua scheda SIM?

I risultati precedenti rappresentano soltanto una valutazione soggettiva ma il valore potrebbe crescere fino a milioni di euro. A scoprirlo è stato uno dei fan di questo business da noi intervistato. In sede di consultazione abbiamo scoperto che le SIM sono richieste da eminenti personalità del mondo finanziario, della politica, del calcio e dell’industria petrolifera.

Tanto più rari e ripetitivi sono le cifre che compongono il numero e tanto più possono valere. Una combinazione di numeri facili e prefisso è unica e può fruttare parecchio. Una struttura del tipo: “3XX XX XX XXX” può diventare una ghiotta opportunità di guadagno.

Il trucco è scegliere i canali di vendita giusti come, ad esempio, i Forum di discussione attraverso cui è possibile evitare potenziali truffe come quelle che si verificano all’interno di store digitali alternativi.