Prenotare una visita medica comodamente dal proprio smartphone e mettersi in contatto con il proprio medico in tempo reale, ovunque ci si trovi e in un momento qualsiasi. Da oggi è possibile grazie a MioDottore, la nuova applicazione per la prenotazione online di visite mediche.

MioDottore, arriva l’app per prenotare le visite mediche dallo smartphone

Disponibile gratuitamente per smartphone Android e iPhone, l’app MioDottore permette di prenotare una visita medica in modo facile e veloce dal proprio device. L’app mette a disposizione diversi strumenti di ricerca, che può così essere filtrata in base alla categoria di riferimento, alla prestazione, alla patologia, all’area geografia o più semplicemente inserendo il nome ed il cognome del professionista.

Sarà possibile consultare il profilo dei medici, prenotare una visita e scrivere una recensione al termine della prestazione, mentre la funzione cronologia offre uno storico delle proprie visite – sia quelle effettuate in passato che quelle programmate – con tanto di informazioni e dettagli ad essere correlate. E’ anche disponibile la funzione di chat per parlare in tempo reale con lo specialista selezionato o prenotare una consulenza online.

Queste sono solo alcune delle funzionalità offerte dall’app MioDottore. Molte altre arriveranno nel corso dei prossimi mesi e renderanno ancora più semplice il processo di prenotazione delle visite, il contatto con il dottore e l’accesso alla propria scheda clinica.

“In una quotidianità sempre più frenetica, diventa importante poter disporre di strumenti semplici e veloci che supportino i pazienti nella gestione della propria salute e di quella dei propri familiari. Come confermano anche i nostri dati, per gli italiani il contatto diretto con uno specialista è fondamentale, soprattutto quando si tratta di salute” spiega Luca Puccioni, CEO di MioDottore. “La nostra nuova app va in questa direzione. Vogliamo infatti offrire ai nostri utenti un modo rapido, diretto e affidabile per far fronte a qualsiasi esigenza – dal consulto, alla prevenzione e all’organizzazione delle proprie visite – avvicinando medici e pazienti e abbattendo qualsiasi barriera fisica e geografica”.