Diesel

Continua a tenere banco la discussione sul futuro delle automobili a diesel. A causa delle emissioni spesso eccessive, tanti esperti sottolineano come ai fini di un miglioramento per la qualità dell’aria sia necessario porre un limite, più o meno vincolante, alla circolazione della vetture con alimentazione a gasolio.

 

Diesel, si valuta l’arrivo di un incremento di costi record sulle accise

Anche in Italia la discussione sul diesel è viva. Nel corso delle ultime settimane, per favorire l’acquisto di auto con poche emissioni, il Governo ha lanciato un ecobonus. Con tale incentivo gli italiani possono preferire auto elettriche o ibride rispetto al diesel.

Le indiscrezioni dicono che questa misura potrebbe essere accompagnata da una vera e propria manovra shock. Negli uffici del Ministero dell’Ambiente infatti si valuta per il futuro l’ipotesi di incrementare il prezzo stesso del diesel.

L’ipotesi di questi giorni parla di un vero e proprio aumento mostre sul costo del diesel. L’obiettivo è infatti quello di equiparare il costo al litro del diesel alla benzina, spostando le accise del primo carburante di un valore superiore ai 0,30 centesimi. Ovviamente questa misura sarebbe utile per scoraggiare l’acquisto di vetture a gasolio in favore di auto con migliori emissioni per l’ambiente.

Ovviamente la discussione per equiparare il prezzo del diesel al prezzo della benzina è ancora aperto. Un primo banco di prova potrebbe però esserci già a breve con lo studio e l’introduzione della legge di bilancio. Proprio in autunno si potrebbe assistere infatti a questo scenario, rivoluzionario per molti e drammatico per altri.