Bici elettrica

Una svolta green porterà Google Maps ad indicare con più precisione tutti i servizi a sostegno di una mobilità pulita ed ecosostenibile, a partire dal bike sharing – il servizio di prestito bici attivo in moltissime città italiane.

E’ ormai acclarato che la società di Mountain View abbia intrapreso una strada ben precisa per schierarsi a favore dei trasporti del futuro, ed in particolare a supporto della micromobilità. Nel provvedere frequentemente ad aggiornare i propri software, questa volta ha aggiunto delle importanti funzioni all’app di navigazione più usata al mondo, proprio per dare un’ulteriore spinta allo sdoganamento di questi servizi nei centri urbani, soprattutto quelli di dimensioni maggiori.

Google Maps introduce gli aggiornamenti sui servizi di bike sharing: in test in 10 metropoli mondiali

La fase iniziale del piano prevede un periodo di test e di monitoraggio dell’effettiva efficienza del piano previsto.

Al momento, sono incluse nella mappatura ben 10 metropoli sparse per il mondo: New York, Washington, San Francisco Bay Area, Londra, Chicago, Montreal, Città del Messico, San Paolo, Rio De Janeiro e New Taipei City. In queste zone, i cittadini possono già usufruire del servizio per conoscere la posizione delle stazioni di noleggio più vicine, la localizzazione delle bici o la disponibilità di mezzi per poterne fruire. Tutte le indicazioni vengono fornite in formato end-to-end per garantire privacy e sicurezza.

Google Maps si propone quindi come una mappa integrata di tutti i servizi di bike sharing a disposizione. Selezionando la posizione di un veicolo, inoltre, si potrà accedere tramite l’apposito link all’app dedicata al noleggio di quella determinata bici.

Se l’esperimento in queste città si dimostrerà proficuo, il piano sarà esteso anche ad altre aree metropolitane, tra cui magari anche città italiane.