spugna di grafene

Il grafene, materiale giudicato come il più sottile attualmente presente sul pianeta, è stato utilizzato per ottenere un materiale super resistente, addirittura di più del metallo. Questo è composto da fiocchi di grafene ed ha una struttura che assomiglia ad una spugna. A partire dal grafene, viene costituito un nuovo materiale composto da un solo strato di atomi di carbonio. Scopriamo di seguito maggiori dettagli in merito.

 

 

Spugna di grafene: il materiale simile ad una spugna potrebbe tornare utile per la costruzione di strutture di un certo spessore

“Il grafene è il materiale più sottile al mondo, costituito da un solo, singolo strato regolare e stabile di atomi di carbonio: è convenzionalmente considerato bidimensionale”.

Questa incredibile scoperta è stata fatta dagli scienziati del MIT, i quali hanno ottenuto dal grafene una spugna estremamente resistente che, come accennato prima, sembra esserlo con una densità pari al 5% di quella dell’acciaio. Il grafene, nella sua forma naturale, appare sottile e fragile, tuttavia, se viene piegato in un certo modo, riesce a sopportare dei pesi davvero importanti. Può essere comparato alla carta che più viene piegata e più riesce a creare dei tubi resistenti.

La vera scoperta è che il nuovo materiale ottenuto dal grafene potrebbe essere utilizzato per la costruzione di grandi strutture, come ad esempio ponti, strade e addirittura degli ottimi sistemi di filtraggio, data la sua natura porosa. Inoltre, la struttura oltre ad apparire simile alle spugne sembra essere simile anche ad alcuni tipi di corallo, poiché sfrutta calore e pressione nel momento del suo assemblaggio.